giovedì 20 agosto 2009

Colazionando...plumcake alle pesche e farina di pistacchi

Prima di qualche giorno di vacanza mi sono ritrovata da "Castroni" a fare qualche comprere o solo a curiosare...ed eccomi alla cassa con una confezione, tra le tante altre cosettine sfiziose alle quali proprio non so resistere, di farina di pistacchi!Bella verde mi piace usarla anche nella pasta ma questa volta l'ho messa nel dolce e è venuto proprio un buon plumcake, soffice e non troppo dolce...come piace a me!

Ingredienti:
250 gr di farina autolievitante ( io uso la Spadoni, mi sembre ottima)
150 gr di zucchero
120 gr di burro
80 gr yogurt greco naturale
3 uova
1 pesca
un cucchiaio di farina di pistaccio

Preparazione:
In una ciotola sbattere il burro, leggermente ammorbidito, con lo zucchero e lo yogurt. Aggiungere, una alla volta, le uova e la farina setacciata.
Sbucciare la pesca e tagliarla a dadini. Unire la pesca a 3/4 del composto e la farina di pistacchi a 1/4 rimanente.
Imburrare una teglia da plumcake e versare prima il composto alle pesche e poi quello di pistacchi.
Infornare a 180° per 40 min.


martedì 18 agosto 2009

Il tempo delle more


...e finalmente è tempo di more!
Adoro questi frutti, sono meravigliosi e quello che più mi più mi piace è quelloro sapore selvaggio, naturale.
L'unico problemino è che con questo caldo andare a raccogliere le more non è proprio la cosa più "rinfrenscante" da fare, ma poi sedersi sotto l'ombra degli alberi aspettando la sera..."non ha prezzo" e la faticaccia la vale tutta!
Ecco quindi che questi bicchierini sono il frutto di una lunga passeggiata-sudata di tre di noi. Purtroppo, quest'anno, la natura non è stata troppo generosa e i rovi erano spogli di frutti e i più erano piccoli e un pò rinseccoliti. Siamo comunque tornati a casa con 3 Kg di sane, dolci more da pappare in una sola giornata!!!
L'idea per questi bicchierini è venuta visitando il blog lacilieginasullatorta ed ho seguito i procedimenti della ricetta, cambiando però ingredienti e quantità.

Ingredienti:

Per la mousse:
350 gr di more frullate
50 gr di zucchero
3 fogli di gelatina
250 ml di panna fresca semimontata

Per la gelèe di more:
300 gr di more frullate
50 gr di zucchero
3 fogli di gelatina

Per la panna:
250 ml di panna fresca montata
farina di pistacchio qb
more qb


lunedì 17 agosto 2009

Insalata di ferragosto

Quest'anno ho avuto la fortuna di passare il ferragosto a casa con la famiglia. Erano anni chesuccedeva ed è stato meraviglioso, un continuo tornare ai ricordi dell'infanzia. Non è bellissimo quando sapori, odori e colori ti fanno riaffiorare ricordi di tempi lontani, attimi ed emozioni che pensavi spariti in zone oscure della mente?
L'Insalata Gaetana era, ed è, un piatto tradizionale di ferragosto nella mia famiglia. E' ricco e saporito e mi ricorda i pranzi preparati da mio nonno che iniziava a prepararla dalle 6 di mattina impregnando la casa di sapori di mare.

Ingredienti:
500 gr di pomodorini
2 melanzane
mezzo filone di pane di grano duro
500 gr di gamberi
500 gr di totani
500 gr di cozze
250 gr di rucola
olive gaetane
prezzemolo
olio extra vergine
sale qb
aglio
2 limoni

Preparazione:
1) Lavare le melanzane e tagliarle. Friggerle in una padella con olio. Farle riposare e asciugare in carta assorbente.
2) Lavare le cozze e lasciarle aprire in acqua calda. Scolarle e metterle da parte.
3)Lavare i totani e lessarli in acqua bollente per 10 minuti. Lasciare freddare e taglaire a listarelle.
4) In una padella far rosolare aglio e olio e cuocervi i gamberi per qualche minuto. Aggiungere il prezzemolo.
5) Tagliare il pane a quadratini e tostarlo in padella.
6) Lavare e tagliare i pomodorini.
7) Lavare e asciugare l'insalata

Composizione:
Per comporre l'insalata: posizionare le melanzane su un vassoio, aggiungere poi la rucola, i totani, le cozze ei gamberi, il pane tostato e i pomodorini infine aggiungere le olive gaetane e i limoni tagliati in quattro.
Condire con olio extra vergine e un pizzico di sale.

mercoledì 12 agosto 2009

Spaghetti alla bottarga con pomodorini secchi

Mmmm....la bottarga.
Cos'è la bottarga? Questa fantastico alimento è costituitoda uova di pesce essiccate.
Ci sono sul mercato diversi tipi di bottarga: quelle italiane, di tonno e muggine, si producono principalmente in Sardegna, Calabria e Sicilia, e ci sono quelle prodotte in Spagna di molva "huevas de maruca" ( tipo merluzzo ma arancione).
Beh comunque, qualunque sia l'origine della bottarga io l'adoro, è buonissima e ne basta una piccola grattuggiata sulla pasta per rendere un semplice spaghettino in un piatto dall'effetto gourmet!!

Ingredienti:
350 gr di spaghetti
10 pomodorini secchi
olio extra vergine
1/5 cipolla rossa
bottarga di muggine

Preparazione:
Beh che dire...piùu facile di così!!!
Cuocere gli spaghetti in acqua bollente e salata. Nel frattempo far appassire le cipolle, tagliate finemente, con olio e peperoncino. Aggiungere i pomodorini e lasciar insaporire per un minuto. Scolare la pasta e condire. All'ultimo aggiungere una generosa spolverata di bottarga.

martedì 11 agosto 2009

Insalata di grano con pomodorini, ceci e funghi


Adoro i cereali!!!!e da quando ho scoperto grano e orzo non ne posso fare a meno. Sono prodotti eccezionali, sopratutto perchè perfetti in tutte le stagioni. Sono squisiti nelle zuppe d'inverno e perfetti per insalate e piatti veloci come questo. Oltre alla bontà sono anche alimenti molto nutrienti e ricchi di proteine. Non so voi ma io l'estate non riesco proprio a mangiare carne, e il pensiero di cucinarla, eccetto alcune "eccezioni"( ahahah...gioco di parole!), e cosi, grazie al grano, orzo e farro ritrovo alcune proteine.
Questa si può dire sia una ricetta del non-si-butta-via-niente. Infatti gli ingredienti sono quelli che avevo a casa, nel frigo. Ognuno può sbizzarrirsi con gli accostamenti dei sapori, aggiungendo anche, oltre alla verdura, pesce o carne.
Questa mia variante è leggera e veramente si prepara in un lampo.

Ingredienti:
300 gr di grano ( precotto per una ricetta fast)
200 gr di pomodorini
100 gr di ceci
100 gr di funghi chiodino
1 cipolla rossa
sale qb
salsa soia qb
olio extra vergine
erbette fresche

Preparazione:
Far bollire l'acqua e cuocervi il grano ( io ho usato quello precotto). Nel frattempo lavare e tagliare i pomodorini e i funghi chiodini e tagliare finemente mezza cipolla rossa. Aggiungere agli ingredienti i ceci scolati (ho usato quelli in scatola...eh vabbè) e condire.
Scolare il grano,freddare con acqua fredda e condire.
Ho aggiunto in cucchiaio di salsa di soia e erbette fresche( timo, origano e basilico) tagliate finemente.

lunedì 10 agosto 2009

Marmellata di susine gialle

Come già ho detto in qualche post precedente....questa è stagione delle marmellate. Certo non perchè la frutta ci sia solo ora, ma peechè quello che c'è adesso è il tempo e la voglia di ricercare fresco e tranquillità in lunghe passeggiate che ti portano, se fortunati, ad avere dei veri faccia a faccia con rovi di more, alberi di frutta di stagione che ti chiedono" per favore, raccoglimi questi bei frutti e fanne una marmellata...non farli cadere e marcire per terra senza assaporarne l'aroma e il sapore naturale e meraviglioso. Fatti furbo/a e racchiudu il tutto in un barattolino da aprire durante l'inverno per scaldare dei freddi pomeriggi con un dolce ricordo dell'estate..."..beh , ora ditemi voi come si fa a resistere a simili preghiere!!!
Per questa marmellata in particolare (devo dire buonissima) ho ceduto alle preghiede dell'albero di susine di casa.Risultato:marmellata dal gusto eccezionale ed assolutamente bio!

Ingredienti:
2 kg di susine gialle
750 gr di zucchero
2 mele

Preparazione:
Lavare e snocciolare le susine. Metterle in una pentola di acciaio per circa 20 min. con un paio di bicchieri di acqua. Una volta ammorbidite passare al setaccio e rimettere sul fuoco, aggiungendo una o due mele per addensare, nel caso fosse troppo liquida.Lasciare cuocere a fuoco medio per circa 25/30 min. Quindi aggiungere lo zucchere e lasciare cuocere finchè, con la prova del piuattino non vedrete che è pronta.

Nota: normalmente lo zucchero si aggiunge da subito alla frutta, ma la marmellata diventa scura. Mentre in questo caso l'ho aggiunto quasi alla fine ed il risultato èe una marmellata dal colore perfetto, limpido e chiaro.

venerdì 7 agosto 2009

Marmellata di mandarini


Girando e rigirando in questi giorni per la food-blogsfera mi rendoconto che molti "fortunati"sono momentaneamente "chiusi per ferie"...meritate!!! Io pultroppo, per quest'anno sono ancora qui, alle prese con lavori e caldo cittadino e allora, nei momenti di caldo e di riposo, mi concedo qualche passeggiata in campagna alla ricerca di un pò di freschetto e, perchè no qualche raccolta di frutta rubata agli alberi di amoci e parenti...o raccolta per "campi".
Ecco allora una delle tante marmellate di quest'anno, ovvero: la marmellata ai mandarini!!! Buonissima, fresca e perfetta per delle colazioni estive sotto al portico o in balcone, sognando il sud, il bel mare ed i magnifici paesaggi.

Ingredienti:
1,200 kg di mandarini
600 gr zucchero
1 limone

Preparazione:
Lavare e privare i mandarini della buccia(solamente la parte arancione) e sbollentarla per 5/10 min. in acqua bollente. Stiepidire in acqua fredda,passarle al mixer e lasciare da parte.
Nel frattempo, ecco la parte più "barbosa", pulire i mandarini privandoli di semi e parte bianca.
Una volta completato il lavoro unire alle buccie e al succo di un limone.
Quindi unire il tutto e lasciare cuocere a fuoco medio-basso per circa un'ora. Versare la marmellata in vasetti sterilizzati e lascire raffreddare.


giovedì 6 agosto 2009

Mezze maniche alla crema di noci e timo




Arrivano le vacanze e con queste qualche giorno di riposo che mi portano direttamente in campagna dalla mamma.
E sarà l'aria di casa, di campagna e queste giornate favolose e fresche che mi fanno staccare dal caldo della Spagna e di luglio, che ho trovato la forza di entrare in cucina e preparare una pasta un pò autunnale...però buona!!!!

Ingredienti:
150 ml panna fresca
100 ml ricotta
70 gr noci
sale qb
pepe qb
olio
un mazzetto di timo

Preparazione:
Io, lo so, sono una "cuoca" pasticciona. Quando mi metto in cucina, senza un'idea in testa, mischio gli ingredienti cosi come mi viene sul momento, per cui i procedimenti e le quantità sono, spesso, inventate.
Per fare questa cremina di noci ho: preso noci, ricotta, sale e pepe e li ho frullati insieme. In un pentolino ho scaldato la panna liquida ed ho aggiunto il composto. Cotta la pasta ed aggiunta la crema ho spolverato il timo fresco tagliato grossolanamente e una spolverata di parmigiano.